Riceviamo e pubblichiamo

Partito della Rifondazione comunista – Sinistra europea
Direzione nazionale – dipartimento scuola

Comunicato stampa

Legge di stabilità: per la scuola solo briciole a ancora tagli

Con la Legge di stabilità, presentata ieri, il governo ha chiarito quali sono le sue vere intenzioni sulla scuola. Del miliardo promesso per l’assunzione dei docenti precari più della metà si è già dissolto. Le risorse che servono, come al solito, saranno reperite con ulteriori tagli alla scuola pubblica.


Si perderanno oltre 2.000 posti ATA, mentre le segreterie delle scuole, sovraccariche di compiti, hanno il personale già al lumicino e il personale ausiliario non è sufficiente neanche a garantire l’apertura delle scuole.
Si limita fortemente la possibilità di chiamare i supplenti per le assenze brevi, costringendo le scuole a ricorrere a “soluzioni organizzative” che incideranno negativamente sula qualità della didattica e dei servizi. Si prevede che le commissioni di maturità siano costituite solo da docenti della stessa scuola che non riceveranno, come invece accade adesso, alcuna retribuzione. Quest’ultima misura, che riporta la scuola ai tempi della Moratti – e che prelude all’abolizione del valore legale del titolo di studio – serve solo a fare cassa e a favorire le scuole private, sulle quali si attenua, fino a scomparire, ogni forma di controllo. Scuole private nei cui confronti il governo, come i tanti che lo hanno preceduto, non manca di mostrare generosità, destinando loro altri 220 milioni di euro.
L’unica risposta possibile è l’intensificazione della mobilitazione, che ha già visto in piazza lo scorso 10 ottobre decine di migliaia di studenti ed insegnanti, per una scuola coerente con il dettato costituzionale, contro l’idea di Renzi che la scuola debba essere assoggettata al mercato e alle imprese.

Vito Meloni
Responsabile nazionale scuola PRC-SE

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Documentazione, Iniziative politico culturali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...