Appello alle Regioni per il ripristino degli organici illegittimamente tagliati dal Governo Berlusconi- Gelmini

Come abbiamo più volte denunciato, i tagli agli organici disposti dal Governo Berlusconi. Gelmini, oltre ad essere gravemente lesivi del regolare funzionamento della scuola, sono stati adottati dalla ex Ministra Gelmini con procedure disinvolte , dichiarate illegittime sia dal TAR Lazio che dal Consiglio di Stato ( n. 4209 del 30/7/2011).

Ora il TAR  del Lazio ha fissato per il 5 luglio l’udienza  per la decisione del ricorso proposto da un gruppo di genitori e docenti con il patrocinio dell’Ass. “Per la scuola della Repubblica” per l’annullamento dei tagli agli organici disposti per l’a.s. 2011-12;

in vista di tale udienza il Ministero, su ordine del TAR, ha depositato gli atti comprovanti il procedimento illegittimo con cui ha agito la Gelmini; infatti, la ex Ministra , dopo aver predisposto uno schema di decreto che, come ha affermato  la stessa Avvocatura del Ministero, non ha alcun valore giuridico, ha disposto i tagli agli organici senza alcuna regola predeterminata e senza alcun provvedimento formale, ma soprattutto senza aver coinvolto la Conferenza Unificata Stato – Regioni ed EE.LL, come stabilisce la normativa.

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato del 2011 che ha censurato tale procedimento disinvolto della  Ministra,  dopo aver disposto i  tagli “di fatto” in palese violazione della normativa che avrebbe dovuto rispettare, la Gelmini, ha cercato di ottenere una copertura da parte della Conferenza  Unificata Stato – Regioni –EE.LL. Giustamente la Conferenza si è rifiutata di accettare “il fatto compiuto” ed ha chiesto l’avvio di un tavolo di confronto che però la Gelmini ha negato, di conseguenza la Conferenza ha espresso un  parere negativo.

. La ex Ministra Gelmini- ovviamente- non ne ha tenuto alcun conto.

Ora però l’operato arrogante ed illegittimo della ex Ministra è sub iudice davanti al TAR del Lazio.

Noi abbiamo contestato i provvedimenti della Gelmini; ora, a nostro avviso,  spetta anzitutto  alle istituzioni regionali e locali, che la Gelmini ha palesemente snobbato, intervenire con fermezza per mettere in discussione i tagli operati dal Governo Berlusconi-Gelmini.

Ci rivolgiamo pertanto alle Regioni perché, inytervenendo nel giudizio davanti al TAR del Lazio in vista dell’udienza del 5 luglio, rivendichino il ruolo che la Ministra Gelmini ha platealmente disconosciuto e comunque promuovano tutte le più opportune iniziative  per avviare quel confronto sulla determinazione degli organici che la Conferenza Stato Regioni- EE.LL  aveva chiesto e che la Gelmini ha disatteso . Siamo convinti che se c’ è la volontà  politica, si può intervenire per riadeguare gli organici della scuola alle reali esigenze del Paese; si tratta solo di scelta politica; per es. le risorse pubbliche devono essere utilizzate per la scuola pubblica o per l’acquisto  dei bombardieri F35.?

Il Coordinamento Nazionale “ Per la Scuola della Costituzione”, considerato che a questo punto, anche in vista della prossima udienza del TAR,  spetta alle forze politiche ed alle istituzioni regionali e locali intervenire, confida in una sollecita iniziativa  e si dichiara disponibile a tutta la necessaria collaborazione .

A tal fine chiediamo un sollecito incontro.

Coordinamento Nazionale “Per la Scuola della Costituzione”

Il coordinamento è costituito da Ass.naz. “Per la Scuola della Repubblica”; Coord.scuole secondarie di Roma; Comitato Scuola della Repubblica di Firenze; Comitato genitori e insegnanti per la difesa della scuola pubblica di Padova; Napoliscuole-Zona franca; Coordinamento Precari Scuola CPS di Napoli; Ecole, periodico; ALBA; Comitato bolognese Scuola e Costituzione; Fed.Sin-PRC; CPS-Roma; I.d.V; Per una nuova primavera per la scuola pubblica-Bologna; Comitato difesa Scuola Pubblica- Ferrara; SEL scuola; Ass. “Alternativa”- Lazio; Coordinamento Genitori Democratici Liguria; Ass.Non uno di meno- Milano; La scuola siamo noi- Parma; Assemblea Difesa Scuola Pubblica- Vicenza e CIP nazionale; Non rubateci il futuro- scuole elem. Roma; Gigliola Ciummei Corduas (presidente FNISM); CISP- Centro Iniziativa Scuola Pubblica- Roma; ASSUR- Associazione Scuola Ricerca Università; UNICOBAS; Assemblea genitori ed insegnanti delle scuole di Bologna e provincia; Politiche della conoscenza PRC provinciale di Savona; USB scuola; COOGEN- Torino; UDS  Unione degli Studenti); Giovani Comunisti- Roma; ReteScuole Crema; Associazione Scuola Daneo-Genova; Unità Democratica Giudici di Pace-Roma Commissione Scuola PRC di Milano; Coordinamento delle scuole di Ferrara e Provincia; Coordinamento Scuole savonesi; RetescuoleCrema.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Documentazione, Iniziative politico culturali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...