Riceviamo e pubblichiamo

NAPOLI PER BOLOGNA.

REFERENDUM PER LA SCUOLA PUBBLICA E LA COSTITUZIONE.

I SOLDI DI CIASCUN CONTRIBUENTE PER UNA SCUOLA LAICA ED ACCOGLIENTE!

 

I docenti in lotta di Napoli, precari e di ruolo, saranno in Piazza Dante, DOMENICA 26 maggio, dalle ore 10,00 in poi, per sostenere il Referendum indetto dal Comitato Art. 33 di Bologna sulla soppressione dei finanziamenti pubblici alla Scuola privata e confessionale (l’82% delle scuole “paritarie” è cattolica).

 

13.000 firme sono state apposte per chiedere che la cittadinanza di Bologna si potesse pronunciare contro l’esclusione di più di 400 bambini dagli asili comunali, inesistenti o insufficienti a causa della “concorrenza” esercitata dalle scuole materne private, che drenano le risorse del Comune cioè i soldi di tutti, in spregio all’art. 33 della Costituzione, che prevede sì l’apertura di scuole private, ma “SENZA ONERI PER LO STATO”.


Basta con il monopolio esercitato dalla Chiesa sull’istruzione! La Costituzione parla chiaro e, per la gerarchia vigente tra le fonti del diritto, fa aggio su qualunque legge ordinaria!

Molte famiglie sono costrette ad iscrivere i figli in scuole confessionali contro la loro volontà e il loro orientamento culturale, per mancanza di scuole pubbliche gratuite, che sarebbe loro diritto avere!


Il Cardinale Bagnasco ha dichiarato che la Chiesa, appropriandosi dei soldi pubblici, “fa un favore” allo Stato, sollevandolo da pesanti oneri finanziari… E’ IL COLMO! La Chiesa sottrae e pretende quei finanziamenti che dice di farci risparmiare e USURPA la sovranità dello Stato nella sua prerogativa più importante, cioè quella di formare i suoi cittadini!
Come ha detto STEFANO RODOTA’ rispondendo a Bagnasco, qui non siamo di fronte ad una questione meramente contabile; la salvaguardia e la tutela PRIORITARIA della Scuola pubblica ha a che fare con i doveri che lo Stato ha nei confronti dei suoi cittadini e con il modo in cui li assolve.

 

Il PD, il Sindaco (Pd) di Bologna e il Ministro Carrozza, che pure ha giurato sulla Costituzione, si sono espressi a favore delle scuole private, tradendo ancora una volta la Scuola Pubblica: non possiamo accettare quest’ennesimo schiaffo istituzionale!

 

NAPOLI INVITA GLI AMICI BOLOGNESI A VOTARE LA MOZIONE “A” AL REFERENDUM DI DOMENICA, PERCHE’ IL VOTO DI BOLOGNA RIGUARDA TUTTA L’ITALIA, TUTTI GLI ALUNNI, TUTTI I FUTURI CITTADINI, E PERCHE’ L’ORDINAMENTO DEMOCRATICO E IL PLURALISMO SI IMPARANO NELLA SCUOLA DI TUTTI E PER TUTTI.

Marcella Raiola

 

(per il Coordinamento napoletano per la difesa della Scuola pubblica)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Documentazione, Volantini e manifesti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...